Difficoltà di Apprendimento

La scuola, dopo la famiglia, è uno degli ambienti più importanti per un bambino e un ragazzo. E’ il luogo in cui si impara ad apprendere, in cui si cresce e ci si confronta con gli altri.

A volte, tuttavia, sorgono delle difficoltà: scarso rendimento, distrazione, rifiuto, disagio.

Fino a qualche tempo fa, tutti questi disturbi erano letti come pigrizia, scarso impegno (“il bambino non si impegna, è svogliato”, “lo fa apposta, perché non vuole studiare”) oppure scarsa predisposizione (“non ci arriva, è negato”).

Molte volte si arrivava a pensare: “Non capisce, non c’è niente da fare, sarà sempre così”.

Le ultime acquisizioni scientifiche, invece, hanno dimostrato come molte volte si tratti di veri e propri disturbi o difficoltà.

La ricerca psicologica ha permesso di individuare degli strumenti di diagnosi e, soprattutto, di intervento.

In questo modo quei bambini prima definiti “svogliati” o “irrecuperabili”, oggi hanno la possibilità di ricevere un aiuto mirato ed efficace per potenziare le loro abilità.

La diagnosi, così, non rappresenta più una mera etichetta, ma un’indicazione sul come iniziare il trattamento per il miglioramento delle difficoltà emerse.

Disturbi specifici di apprendimento

(DSA)

  • Disturbi specifici della lettura (dislessia )
  • Disturbi specifici della scrittura (disgrafia, disortografia)
  • Disturbi del ragionamento logico-matematico (discalculia)
Difficoltà di attenzione,

di concentrazione,

di memorizzazione

  • discontinuità nelle prestazioni

  • scarso mantenimento delle acquisizioni

  • esecuzioni incomplete del compito.

Ritardo cognitivo
  • lentezza nei processi

  • difficoltà nel trasferire e riutilizzare conoscenze apprese

  • livelli di capacità inferiori rispetto alla classe frequentata

INTERVENTO

Il trattamento specifico per le situazioni sopra descritte presso il centro “Orme su Orme” prevede: